Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Dirigenti: le risorse del fondo non erogate costituiscono economie di bilancio

Le risorse destinate al finanziamento della retribuzione di risultato eventualmente non spese non possono essere riportate in aumento nel fondo dell’anno successivo. Questo il chiarimento fornito dall’Aran in una nota (Prot. 18248/2015) con cui ha risposto a un quesito presentato da un Comune in merito alla corretta interpretazione dell’articolo 28 del Ccnl. 23 dicembre 1999, […]

Leggi tutto »


Assunzioni: mobilità solo per i dipendenti delle province

La Corte dei Conti, sez. Autonomie con la deliberazione n. 19 depositata il 16 giugno 2015 e pubblicata il 18 giugno 2015, ha confermato l’interpretazione restrittiva del comma 424 della legge 190/2014: per il 2015 e il 2016 agli enti locali è consentito indire bandi di procedure di mobilità riservate esclusivamente al personale soprannumerario degli […]

Leggi tutto »


Spese del personale: costi maggiori sono quelli delle Regioni e delle Province

La Corte dei Conti, sezione Autonomie, ha emanato il Referto su “La spesa per il personale degli enti territoriali” (Del. 16/2015), annunciando i risultati in un comunicato del 13 maggio 2015. Nel referto si analizza l’andamento della consistenza numerica delle spese per il personale delle Regioni, sia a statuto ordinario, che speciale, comprese le Province […]

Leggi tutto »


Aziende speciali: sono enti pubblici non economici?

Quando un’azienda speciale svolge per il comune un servizio senza il completo recupero dei relativi costi sull’utenza, la stessa non opera secondo un unico e rigoroso criterio di economicità e ciò connota, indubbiamente, l’azienda stessa come un ente pubblico non economico. E’ vero che in linea di principio un ente pubblico è di natura economica […]

Leggi tutto »


Obbligo di attuare la rotazione del personale? Forse

La rotazione non si applica nel caso in cui lo spostamento dei dipendenti comporti la sottrazione di competenze professionali specialistiche da uffici cui sono affidate attività ad elevato contenuto tecnico e può essere attuata anche solo per alcune categorie di dipendenti, escludendo i dirigenti/responsabili. Questi alcuni dei chiarimenti forniti dall’Anac, con la delibera n. 13 […]

Leggi tutto »


La regione chiude l’in house e trasferisce le funzioni a un’agenzia ma non il personale

E’ illegittima costituzionalmente la legge regionale che dispone la soppressione di una propria società in house e, assegnando le funzioni a un’agenzia regionale, dispone il trasferimento del personale della partecipata alla costituenda agenzia regionale. Non conta che la neo costituita agenzia regionale, cui siano state affidate tutte le funzioni che prima erano della società in […]

Leggi tutto »


Società pubbliche: in caso di nuove assunzioni è competente il giudice del lavoro

Le società di capitali, benché interamente pubbliche, seppure soggette a discipline particolari per determinati aspetti e a determinati fini per tutelare interessi di natura pubblica, sono assoggettate alla disciplina privatistica del diritto societario. Pertanto, le società interamente partecipate dagli enti locali restano pur sempre società di capitali, anche se fortemente caratterizzate da peculiari aspetti. Nel […]

Leggi tutto »


Verifica fondo incentivante: come si attua la sanatoria?

Gli enti locali hanno l’obbligo di verificare, fermi i termini di prescrizione legale ai fini del recupero, se i propri fondi incentivanti siano stati costituiti correttamente, nel rispetto dei limiti finanziari derivanti da norme di legge o contrattuali. Inoltre, gli stessi enti devono verificare anche l’utilizzo che è stato fatto delle somme dei fondi nel […]

Leggi tutto »


Alcuni chiarimenti in merito alle modalità di calcolo del c.d. “galleggiamento” dei segretari comunali

Il quadro normativo di riferimento e i vari orientamenti giurisprudenziali non consentono una chiara soluzione circa le concrete modalità applicative dell’istituto del “galleggiamento”, che comporta, a seconda del criterio utilizzato, rilevanti riflessi economici sotto il profilo retributivo del segretario comunale. L’Aran, in sede di approfondimento della nuova disciplina dettata dall’articolo 26, comma 4 della legge […]

Leggi tutto »


Responsabile anche il dirigente se un dipendente esce senza timbrare

Il dipendente che esce senza timbrare deve rimborsare l’ente per i compensi illecitamente percepiti e per la lesione all’immagine della p.a., ma commette danno anche il dirigente, in quanto non ne ha controllato l’operato. Questo il principio sancito dalla Corte dei Conti sezione giurisdizionale della Toscana che, con la sentenza n. 139 depositata il 6 […]

Leggi tutto »