Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Mepa: la corretta individuazione degli operatori destinatari della Richiesta di Offerta


Le stazioni appaltanti, prima di indire una procedura negoziata sul MePA, al fine di selezionare gli operatori cui rivolgere le successive RDO, devono preventivamente avviare una indagine di mercato formalizzata tramite Avviso pubblico pubblicato sul profilo del committente per un periodo non inferiore a quindici giorni o, almeno, indicare con esattezza, nella determina a contrarre, i criteri utilizzati per la scelta dei fornitori presenti sul mercato elettronico.

Questo il principio espresso dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 5833 del 10 ottobre 2018.

Nel caso di specie il comune era stato selezionato dal Ministero dell’Interno quale beneficiario di un finanziamento PON.

Tuttavia il Ministero dell’Interno, non ritenendo conforme a normativa la procedura seguita dall’ente sul mercato elettronico, aveva negato l’approvazione del contratto d’appalto e di conseguenza, il finanziamento dello stesso.

Nello specifico era stata contestata la mancata esecuzione di quegli step procedurali necessari per individuare correttamente gli operatori economici destinatari della Richiesta di Offerta.

Dello stesso avviso i giudici amministrativi secondo cui il ricorso al Mepa non esonera la stazione appaltante dall’obbligo di esperire una indagine esplorativa -previo avviso pubblico – o, almeno, di indicare nella determina a contrarre ovvero nell’atto equivalente, i criteri utilizzati per selezionare gli operatori presenti sul mercato elettronico.

In altri termini, anche nel Mepa è necessario selezionare, in modo non discriminatorio, gli operatori da invitare, in armonia col dato normativo di cui al d.lgs. 50/2016, anche alla luce delle Linee Guida n. 4 approvate dall’ANAC.

Ciò al fine di evitare che il ricorso a cataloghi del mercato elettronico presti il fianco all’aggiramento dei principi atti ad assicurare imparzialità, trasparenza, e par condicio tra gli operatori economici.

Si segnala il seminario di studi “Appalti sotto soglia: la corretta gestione della procedura di gara” in programma a Firenze il 9 novembre p.v.


Richiedi informazioni