Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Scelta del socio privato e partner industriale: inapplicabile l’avvalimento


Nelle gare indette per la selezione del socio privato della società mista non si applica l’istituto dell’avvalimento di cui all’articolo 89 del d.lgs. 50/2016.

L’esclusione dell’avvalimento trova conferma anche dall’esame della specifica disciplina delle società miste contenuta nell’articolo 17, comma 2, del d.lgs. 175/2016, ai sensi del quale il socio privato “deve possedere i requisiti di qualificazione in relazione alle prestazioni per cui la società è stata costituita”.

Questo il principio ribadito dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 655 del 31 gennaio 2018, con la quale è stata confermata la decisione di primo grado (Tar Abruzzo, sentenza n. 153/2017).

L’avvalimento è principio generale dell’outsourcing, cioè dell’esternalizzazione intesa quale modalità di erogazione dei pubblici servizi con relativo affidamento a operatori economici esterni affinché, assuntone l’obbligo contrattuale, rendano il servizio, assicurandone la fruizione da parte della collettività di riferimento, dietro corrispettivo ovvero traendone un profitto.

Nell’adempimento di una prestazione di servizi avente a oggetto un facere fungibile, la ratio pro-concorrenza di ispirazione europea rende ben possibile che un operatore economico, carente di taluni requisiti di qualificazione, possa sopperirvi avvalendosi di quelli resi appositamente disponibili da un’impresa cd. ausiliaria.

A differenza della esternalizzazione del servizio ad operatori economici estranei alla pubblica amministrazione, la società mista realizza una collaborazione stabile e di lunga durata tra la pubblica amministrazione ed il privato, attraverso l’istituzione di un’organizzazione comune con la “missione” di assicurare determinati servizi (e/o funzioni e/o opere) in favore della comunità locale.

Il socio privato operativo è chiamato, dunque, ad apportare, nella conduzione manageriale della società mista, il proprio Know-how gestionale e organizzativo (e non quello altrui).

E’ evidente, pertanto, che in tal caso l’avvalimento non può trovare spazio.


Richiedi informazioni