Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Toscana, del. n. 492 – Riassorbimento personale area vasta e budget assuntivi residui


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di proseguire e concludere un concorso pubblico per l’assunzione di due dirigenti amministrativi, dei quali uno riservato al personale in servizio utilizzando i budget degli anni 2014, 2013 e 2012 (cessazioni 2013, 2012, 2011), ovvero i budget 2014 e 2017 (cessazioni rispettivamente 2013 e 2016).

I magistrati contabili della Toscana, con la deliberazione 492/2015, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 28 ottobre, hanno ricordato che l’art. 4, comma 3, del d.l. 78/2015 ha previsto la possibilità di utilizzare “i resti” delle facoltà assunzionali non utilizzate negli anni precedenti, non oltre, però, il triennio precedente.

Il riferimento “al triennio precedente” è da intendersi in senso dinamico, con scorrimento e calcolo dei resti, a ritroso, rispetto all’anno in cui si intende effettuare le assunzioni (Sezione Autonomie, del. n. 28/2015).

Tale possibilità deve essere coordinata con le previsioni contenute nell’articolo 1, comma 424, della legge 190/2014 (legge di stabilità 2015) che impone, pena la nullità dei contratti, alle regioni e agli enti locali, di destinare i budget 2015/ 2016 (derivanti anche dalle cessazioni dei trienni precedenti il 2014 e 2015) al riassorbimento del personale provinciale.

Al contrario, la capacità assunzionale del 2014 derivante dai “resti” relativi al triennio 2011/2013 può essere utilizzata per effettuare nuove assunzioni di personale a tempo indeterminato, sempre che sia assicurato il rispetto dei vincoli di finanza pubblica (rispetto del patto di stabilità e delle percentuali di turn over, quantificate in base alla spesa di personale cessato nell’anno precedente, secondo le previsioni dell’articolo 3, comma 5, del d.l. 90/2014) e siano stati osservati, a suo tempo, gli obblighi previsti dall’articolo 3, comma 3, del d.l. 90/2014 (programmazione finanziaria e contabile del fabbisogno di personale).

Le problematiche inerenti la gestione del personale saranno approfondite nel seminario di studi “Riforma della P.A.: i decreti attuativi” in programma a Firenze l’11 dicembre p.v.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Toscana del. n. 492-15

 


Richiedi informazioni