Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Marche, deliberazione n. 73 – Mezzi ed attrezzature finanziabili con proventi del Cds


Un Sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta interpretazione dell’articolo 208, comma 4 let. b) del Codice della strada, in particolare chiedendo se nel concetto di “mezzi ed attrezzature” si possa ricomprendere tutto ciò che non abbia un diretto legame con il potenziamento della attività di controllo in materia di circolazione stradale, ma necessario al fine di poter espletare il servizio in maniera regolare ed efficiente (divise, armi in dotazione, cartucce, poligono per esercitazioni obbligatorie, prontuari, testi normativi, corsi di formazione e/o aggiornamento professionale, apparecchiature informatiche portabili).

I magistrati contabili delle Marche, con la deliberazione 73/2013 pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 22 novembre, hanno ricordato che il legislatore, con la finalità di incrementare la sicurezza delle strade, consente alle p.a. di utilizzare una quota dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie di violazione delle disposizioni del Codice della strada, per il “potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale”

I magistrati contabili, pur ritenendo astrattamente riconducibili alla disposizione normativa le voci di spesa indicate dall’ente, hanno evidenziato la necessaria finalizzazione delle stesse al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, come espressamente previsto dal comma 4 dell’articolo 208 del codice della strada (in tal senso Corte dei Conti Lombardia, del. 273/2013 e 274/2013; in senso contrario Corte dei Conti Toscana, del. n. 104/2010, secondo cui non esiste una connessione tra l’acquisto di nuove divise e il miglioramento della segnaletica e sicurezza stradale).

 


Richiedi informazioni