Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di escludere dalla nozione di indebitamento gli strumenti di ingegneria finanziaria disciplinati dal Regolamento CE n. 1828/2006.

I magistrati contabili della Sicilia, con la deliberazione 260/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 12 dicembre, hanno richiamato il principio di diritto affermato dalla Sezione Autonomie con la deliberazione n. 28/2016 secondo cui “Nel rinnovato quadro normativo, in assenza di una norma espressa, le risorse provenienti direttamente o indirettamente dall’Unione europea (in specie: fondi POR FESR 2007-2013 e fondi del programma c.d. JESSICA) e le relative spese di parte corrente e in conto capitale sostenute dai comuni non possono ritenersi neutre ai fini del rispetto dell’obiettivo di saldo di finanza pubblica”.

Leggi la deliberazione
cc-sez-controllo-sicilia-del-n-260-16