circolari

L’Anac ha avviato una consultazione sullo Schema di linee guida che disciplinano la procedura di iscrizione nell’elenco di cui all’art. 192 del d.lgs. 50/2016, nel quale devono iscriversi le amministrazioni aggiudicatrici e gli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house.

Il documento specifica la procedura di iscrizione all’elenco, i requisiti necessari, le modalità e i criteri per la verifica degli stessi.

I soggetti interessati possono far pervenire all’Autorità le proprie osservazioni entro il 20 dicembre p.v., ore 12.00, mediante la compilazione dell’apposito modello.

A tal proposito si ricorda che, relativamente agli affidamenti in house, il d.lgs. 50/2016 da una parte stabilisce a quali condizioni è legittimo l’affidamento diretto, senza ricorso al mercato, al soggetto in house (articolo 5), dall’altra detta il nuovo “regime” speciale per gli affidamenti in house (articolo 192) prevedendo:

  • l’istituzione, a cura dell’Anac, dell’elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che possono operare mediante affidamenti diretti nei confronti delle proprie società in house (nelle more dell’adozione, si veda il comunicato dell’Anac pubblicato il 7 settembre 2016);
  • l’obbligo di dare conto, nella motivazione del provvedimento di affidamento, delle ragioni del mancato ricorso al mercato nonché della congruità economica dell’offerta dei soggetti in house, dei benefici, per la collettività, della forma di gestione prescelta, anche con riferimento agli obiettivi di universalità e socialità, di efficienza, di economicità e di qualità del servizio nonché, ancora e infine, di ottimale impiego delle risorse pubbliche;
  • l’obbligo di pubblicare, nella sezione “Amministrazione trasparente”, in formato open-data, tutti gli atti connessi all’affidamento in house