Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
 

Anac. Subappalto, cambia la quota complessiva massima


A seguito delle recenti novità in materia di subappalto introdotte dal d.l. 77/2021, c.d. “Semplificazioni bis”, l’Anac è intervenuta lo scorso 6 ottobre con un chiarimento relativo alla quota subappaltabile.

Fino al 31 ottobre 2021, in via transitoria, il legislatore ha previsto che in deroga a quanto disposto dall’art. 105, commi 2 e 5, del d.lgs. 50/2016, la quota subappaltabile non potrà superare la soglia del 50% dell’importo complessivo del contratto di lavori, servizi e forniture.

Il calcolo del limite massimo di opere subappaltabili, chiarisce l’Autorità, “deve essere calcolato con riferimento al valore complessivo del contratto, senza poter distinguere (come era precedentemente) tra categorie super specialistiche e altre categorie di lavorazione”, escludendo quindi “la possibilità di subappaltare la percentuale ulteriore delle lavorazioni rientranti nelle categorie super specialistiche”.

A partire dal 1 novembre 2021 “ogni limite quantitativo generale e predeterminato al subappalto” sarà abbattuto, e le stazioni appaltanti saranno tenute a “indicare nei documenti di gara le prestazioni oggetto del contratto di appalti non subappaltabili da eseguire a cura dell’aggiudicatario”.

La nuova disciplina si è resa necessaria soprattutto in conseguenza alla recente giurisprudenza della Corte di Giustizia europea del 26 settembre 2019, che aveva ritenuto la disciplina italiana dell’istituto in questione eccessivamente limitativa.

 

Leggi la notizia

Chiarimenti di Anac in materia di subappalto

 

Si segnalano i nostri workshop in materia di procedure di gara!

Self, agenzia che da oltre 10 anni, lavora al fianco delle p.a. e degli enti partecipati, offre servizi di formazione, assistenza e supporto in materia. Chiedi un preventivo gratuito scrivendo a info@self-entilocali.it e/o telefonando allo 0571/418873.


Richiedi informazioni