Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
 

Pubblicato in G.U. il “Decreto Sostegni”


È stata pubblicata sulla G.U. n. 120 del 21 maggio 2021, la Legge n. 69 del 21 maggio 2021, cd. “Decreto Sostegni”, conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, recante “misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19”.

In particolare si segnalano le seguenti principali nuove misure introdotte dalla Legge in commento.

  • L’art. 2 concernente le “Misure di sostegno ai comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici” ha previsto che a fronte della mancata apertura al pubblico della stagione sciistica invernale 2020/2021 e ferme restando le misure di sostegno già previste a legislazione vigente, è stato istituito nello stato di previsione del Ministero del turismo un fondo con una dotazione di 700 milioni di euro per l’anno 2021 destinato alla concessione di contributi in favore di soggetti esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nei comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici.

Le risorse del fondo saranno ripartite secondo le seguenti modalità:

a) 430 milioni di euro sono erogati con decreto del Ministro del turismo, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, in favore degli esercenti attività di impianti di risalita a fune con un contributo stabilito nella misura del 70% dell’importo corrispondente alla media dei ricavi di biglietteria negli anni 2017-2019 come risultanti dai relativi bilanci di esercizio depositati, ridotta al 70% per l’incidenza dei costi fissi sostenuti;

b) 40 milioni di euro saranno erogati in favore dei maestri di sci iscritti negli appositi albi professionali e delle scuole di sci presso le quali i medesimi maestri di sci risultano operanti. Gli importi di cui alla presente lettera sono distribuiti alle singole regioni e province autonome di Trento e di Bolzano con decreto del Ministro del turismo, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, in base al numero degli iscritti negli albi professionali regionali e provinciali alla data del 14 febbraio 2021. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano provvederanno con proprio provvedimento a definire criteri e modalità di assegnazione dei contributi ai beneficiari;

c) 30 milioni di euro saranno assegnati alle regioni e alle province autonome di Trento e di Bolzano, A tal fine, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano provvederanno con proprio provvedimento a definire i comprensori sciistici e i comuni al loro interno ubicati.

 

  • L’Art 6-sexies in materia di “Esenzione dal versamento della prima rata dell’imposta municipale propria” ha stabilito che in considerazione del perdurare degli effetti connessi all’emergenza sanitaria da COVID-19, per l’anno 2021 non sarà dovuta la prima rata dell’imposta municipale propria (IMU), relativa agli immobili posseduti dai soggetti passivi. L’esenzione sarà applicata solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui siano anche gestori.

Per il ristoro ai comuni a fronte delle minori entrate derivanti, è stato istituito, nello stato di previsione del Ministero dell’interno, un fondo con una dotazione di 142,5 milioni di euro per l’anno 2021. Alla ripartizione del fondo si provvederà con decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, previa intesa in sede di Conferenza Stato-città ed autonomie locali, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto.

  • L’art. 23-bis concernente  i Contributi ai comuni che individuano sedi alternative agli edifici scolastici da destinare al funzionamento dei seggi elettorali” ha disposto che  in considerazione del differimento delle consultazioni elettorali per l’anno 2021, ha previsto, al fine di ridurre i disagi per l’attività didattica, che sarà istituito nello stato di previsione del Ministero dell’interno, un fondo con una dotazione di 2 milioni di  euro per l’anno 2021, finalizzato all’erogazione di contributi in favore   dei comuni che entro il 15 luglio 2021 individuano sedi alternative agli edifici scolastici da destinare al funzionamento dei seggi elettorali in occasione delle predette consultazioni elettorali. Le sedi alternative individuate dovranno avere i requisiti previsti a legislazione vigente per essere adibite a seggi elettorali.

I criteri e le modalità di concessione dei contributi saranno stabiliti, nei limiti della dotazione del fondo, con decreto del Ministro dell’interno, da adottare di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, previa intesa in sede di Conferenza unificata entro il 15 giugno 2021.

  • L’Art. 23-ter, in materia di “Fondo per il sostegno alle città d’arte e ai borghi” ha stabilito che al fine di sostenere le piccole e medie città d’arte e i borghi particolarmente colpiti dalla diminuzione dei flussi turistici dovuta all’epidemia di COVID-19, verrà istituito presso il Ministero dell’interno un fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per l’anno 2021.

Con decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro della cultura, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono definiti i requisiti per l’assegnazione e le modalità di erogazione delle risorse del fondo di cui al comma 1, sulla base della qualità dei progetti presentati.

  • L’art. 36-bis, in materia di “Sostegno alla cultura” ha disposto che al fine di sostenere le attività teatrali e gli spettacoli dal vivo, alle imprese che svolgono le suddette attività e che abbiano subito nell’anno 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 20% rispetto all’anno 2019 sarà riconosciuto un credito d’imposta del 90%, quale contributo straordinario. Il credito d’imposta sarà concesso anche qualora le imprese abbiano beneficiato in via ordinaria di altri finanziamenti previsti a carico del Fondo unico per lo spettacolo.

 

Leggi la Legge

decreto sostegni

 


Richiedi informazioni