Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
 

Nuovo protocollo di collaborazione tra Anac e l’Arma dei Carabinieri


L’Anac e l’Arma dei Carabinieri, hanno sottoscritto il Protocollo di collaborazione, pubblicato sul sito istituzionale dell’Autorità il 19 maggio 2021, rendendo noto il rinnovo del predetto protocollo d’intesa tra le due istituzioni. La collaborazione consentirà di agevolare e rafforzare ulteriormente i rapporti istituzionali e di ottimizzare lo svolgimento delle attività previste dall’intesa. Mediante tale protocollo sarà fornito supporto per l’attività di vigilanza e per lo svolgimento di ispezioni congiunte ed altresì un periodico scambio di dati e informazioni.

Rispetto al precedente è da segnalare un’implementazione della collaborazione relativa agli appalti, per assicurare un più intenso controllo sull’osservanza della normativa in materia di sicurezza sul lavoro, tutela della salute e sicurezza con particolare riguardo alle commesse afferenti ai fabbisogni di scuole e strutture sanitarie pubbliche.

Le aree di collaborazione fra l’Arma dei Carabinieri e l’Anac riguarderanno:

1) la verifica della regolarità delle procedure di affidamento di contratti pubblici e della loro corretta esecuzione;

2) la prevenzione della corruzione e vigilanza sul rispetto del Piano Nazionale Anticorruzione e dei Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione;

3) gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni;

4) la inconferibilità ed incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e gli enti privati in controllo pubblico.

Inoltre, nel contesto degli ambiti sopra individuati, aree di collaborazione sono individuate nelle seguenti:

– la prevenzione e contrasto della violazione delle norme in materia di sicurezza e di ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro nell’esecuzione di un contratto pubblico di lavori, servizi e forniture;

– la prevenzione e contrasto della violazione delle norme in materia di tutela della salute e sicurezza alimentare nell’espletamento di commesse afferenti a contratti pubblici di servizi ristorazione e mensa, con particolare riferimento a quelli per il soddisfacimento di fabbisogni di scuole e strutture sanitarie pubbliche;

– la condivisione di informazioni sull’attività d’impresa, ai fini delle valutazioni dei requisiti per il rilascio del rating di legalità delle imprese;

– la condivisione di informazioni relative alla segnalazione o all’accertamento di conflitti di interessi e/o incompatibilità, anche potenziali, nell’espletamento di funzioni o incarichi pubblici, ed in particolare nell’adozione di pareri, valutazioni tecniche, atti endoprocedimentali;

– la condivisione di segnalazioni provenienti dai responsabili della prevenzione della corruzione e della trasparenza.

Infine, l’Autorità potrà avvalersi del supporto del:

1) Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri, cui sono attribuiti compiti particolari di elevata specializzazione in materia di tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, anche a mezzo di:

  • Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale, cui sono attribuiti compiti di vigilanza, prevenzione e repressione delle violazioni compiute in danno dell’assetto ambientale, di salvaguardia del patrimonio naturale e di tutela dell’equilibrio ecologico;
  • Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, cui competono, tra l’altro, i controlli in materia di regolare applicazione di regolamenti comunitari, nonché le attività di prevenzione e repressione di frodi nel settore agroalimentare;

2) Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro, cui sono attribuiti i poteri ispettivi e di vigilanza per l’applicazione delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di lavoro e legislazione sociale, nonché delle conseguenti direttive di attuazione emanate dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ovvero dalla Regione Sicilia, per quanto di autonoma competenza;

3) Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, cui sono attribuiti poteri ispettivi e di vigilanza su attività di produzione, somministrazione, deposito o vendita di prodotti destinati all’alimentazione umana;

4) Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, cui sono attribuiti compiti di prevenzione e contrasto di tutte le violazioni di legge in materia di patrimonio culturale.

 

Leggi il Protocollo

Prot.ANAC.ArmaCC.18.05.2021


Richiedi informazioni