Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Toscana, del. n. 76 – Compenso 2018 Revisori: niente decurtazione ex lege del 10%


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta determinazione del compenso annuo del Collegio dei Revisori dei conti dell’Ente.

In particolare l’ente ha chiesto se, a seguito della mancata reiterazione dei vincoli fissati dal legislatore con l’articolo 6, comma 3 del d.l. 78/2010, l’ente possa procedere ad un adeguamento (in aumento) del compenso riconosciuto al Collegio dei Revisori dei conti.

I magistrati contabili della Toscana, con la deliberazione 76/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 16 novembre, hanno evidenziato che l’articolo 6, comma 3, del d.l. 78/2010 imponeva, fino al 31 dicembre 2017, la riduzione del 10% degli importi risultanti alla data del 30 aprile 2010.

Pertanto, al fine di valutare se il taglio del 10% dei compensi spettanti ai revisori debba essere ancora applicato, è necessario far riferimento alla volontà espressa dall’amministrazione nella delibera di nomina dell’Organo di revisione (a norma dell’art. 241 del Tuel, infatti, il compenso da riconoscere ai componenti dell’Organo di revisione deve essere indicato nell’atto di nomina dello stesso).

Se dall’esame di tale delibera si evince in modo inequivocabile che la volontà dell’amministrazione deliberante era di fissare il compenso dell’organo di revisione nella misura prevista dal D.M. del 2005 per la fascia demografica del Comune (alla quale misura è stata successivamente applicata la riduzione prevista dal d.l. 78/2010), il venir meno della decurtazione ex lege del 10% comporterà la riespansione del compenso ai livelli precedenti alla riduzione ex lege.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Toscana del. n. 76 -18


Richiedi informazioni