Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Personale: l’INPS spiega come comportarsi in caso di malattia


L’INPS, a fine luglio 2018, ha rilasciato un vademecum per spiegare come funzionano la certificazione di malattia e le visite mediche di controllo per i lavoratori privati e pubblici.

Innanzitutto è necessario contattare il proprio medico curante – oppure anche il medico libero professionista, nei casi previsti dalla legge o dal contratto di lavoro – che si occuperà di redigere l’apposito certificato e di trasmetterlo telematicamente all’Inps, immediatamente o al più il giorno successivo alla visita a domicilio.

Il certificato e l’attestato cartacei possono essere accettati solo quando non sia tecnicamente possibile la trasmissione telematica.

È importante che il lavoratore prenda sempre nota del numero di protocollo del certificato (PUC) e verifichi la corretta trasmissione dello stesso, nonché l’esattezza dei dati anagrafici e dell’indirizzo di reperibilità per la visita medica inseriti.

È possibile, a tale scopo, accedere al servizio on line sul portale dell’Istituto, inserendo le proprie credenziali.

Nel certificato il medico deve inserire (solo se ricorrono) l’indicazione dell’evento traumatico e la segnalazione delle agevolazioni per cui il lavoratore, privato o pubblico, sarà esonerato dall’obbligo del rispetto della reperibilità.

La malattia, ai lavoratori assicurati per la specifica tutela previdenziale, inizia dal giorno di rilascio del certificato e viene riconosciuto anche il giorno precedente alla redazione (se feriale) solo se si tratta di certificato redatto a seguito di visita domiciliare, quando espressamente indicato dal medico.

La disciplina delle visite mediche di controllo è, in parte, differenziata per i lavoratori del settore privato e quelli del settore pubblico.

I lavoratori privati sono tenuti a essere reperibili nelle fasce 10-12 e 17-19. I lavoratori pubblici, invece, nelle fasce 9-13 e 15-18.

Consulta la guida dell’Inps “Certificazione di malattia e visite mediche di controllo per i lavoratori privati e pubblici


Richiedi informazioni