Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Campania, del. n. 100 – Fondo per le demolizioni delle opere abusive: non è una partita di giro


Un sindaco ha chiesto se le somme del “Fondo per le demolizioni delle opere abusive” erogate dalla Cassa depositi e prestiti rientrino fra le forme di indebitamento di cui all’art. 202 del d.lgs. 267/2000.

I magistrati contabili della Campania, con la deliberazione 100/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo l’8 agosto, hanno ribadito che le risorse che provengono dal “Fondo per le demolizioni delle opere abusive”, benché finalizzate a concedere ai Comuni anticipazioni, senza interessi, per finanziare i costi relativi agli interventi di demolizione delle opere abusive, non possono essere considerate alla stregua di “trasferimenti di capitale da altri enti del settore pubblico” poiché si tratta di un finanziamento avente una specifica destinazione, con obbligo irrevocabile di restituzione.

La natura di anticipazione e l’obbligo di restituzione, sia pure in assenza di interessi, implica che le somme del “Fondo per le demolizioni delle opere abusive” erogate dalla Cassa depositi e prestiti s.p.a. costituiscono una vera e propria forma di indebitamento.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Campania del. n. 100-18


Richiedi informazioni