Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Veneto, del. n. 173 – Spesa per mobili e arredi


Un sindaco ha chiesto se sia ancora vigente il limite di spesa previsto dall’articolo 1, comma 141, della legge n. 228/2012 secondo il quale le amministrazioni pubbliche non possono effettuare spese di ammontare superiore al 20% della spesa sostenuta in media negli anni 2010 e 2011 per l’acquisto di mobili e arredi.

I magistrati contabili del Veneto, con la deliberazione 173/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 21 maggio, hanno evidenziato che la norma, stante l’espresso riferimento soltanto “agli anni 2013, 2014, 2015 e 2016”, non appare, ad oggi, più applicabile in quanto contenente un preciso limite temporale, già superato (anno 2016).

Del resto, per gli enti locali, il vincolo era già stato sospeso per l’anno 2016, dall’articolo 10, comma 3, del d.l. 30 dicembre 2015, n. 210.

Come evidenziato dai magistrati contabili, se pure il limite di spesa per l’acquisto di mobili ed arredi non sia, allo stato, tuttora vigente, spetterà comunque all’ente locale valutare la piena compatibilità di tale tipologia di spesa con la complessiva situazione finanziaria e patrimoniale nonché, nelle ipotesi di acquisto, procedere alla corretta applicazione della disciplina prevista dall’allegato 4/3 al D. Lgs. n. 118/2011 in tema di contabilità economico-patrimoniale.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Veneto del. n. 173 -18


Richiedi informazioni