Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Lazio, del. n. 35 – Acquisto immobili: indispensabilità e indilazionabilità


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla portata applicativa del requisito di “indispensabilità” previsto dalla vigente normativa al fine di procedere all’acquisto di immobili da parte degli enti locali.

I magistrati contabili del Lazio, con la deliberazione 21/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 15 maggio, hanno ribadito che gli enti territoriali, ai sensi dell’articolo 12, comma 1-ter del d.l. 98/2011, possono procedere all’acquisto di un bene immobile da destinare a finalità istituzionali solo subordinatamente alla prova documentale dell’indispensabilità e della indilazionabilità dell’operazione, nonché della congruità del prezzo.

Il significato dei due elementi essenziali (indispensabilità e indilazionabilità) è stato oggetto di un decreto ministeriale (D.M. del 14 febbraio 2014), peraltro non riferibile espressamente agli enti locali ma da cui è possibile trarre ulteriori indicazioni di carattere generale e operative, e di una conseguente circolare (Circ. n. 19/2014 del 23 giugno 2014).

Nell’articolo 3 del D.M. su citato “il requisito dell’indispensabilità attiene alla assoluta necessità di procedere all’acquisto di immobili in ragione di un obbligo giuridico incombente all’amministrazione nel perseguimento delle proprie finalità istituzionali ovvero nel concorso a soddisfare interessi pubblici generali meritevole di intesa e specifica tutela”.

Tutto ciò deve essere preceduto dalla attestazione del responsabile del procedimento che deve essere dimostrare che gli acquisti programmati per il triennio di riferimento sono, nel contempo, indispensabili e non procrastinabili.

L’attestazione dei requisiti da parte del Responsabile del procedimento, non deve essere generica, ma deve esporre e documentare le concrete motivazioni poste a fondamento dell’acquisto dell’immobile così come richiamato dalla circolare n. 19/2014 del MEF.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Lazio del. n. 35 -18


Richiedi informazioni