Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Campania, del. n. 59 – Servizio tesoreria: servizio informativo dovuto dal tesoriere


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta definizione degli obblighi e degli adempimenti posti in capo al tesoriere in materia di gestione della provvista vincolata.

I magistrati contabili della Campania, con la deliberazione 59/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 2 maggio, hanno evidenziato che il servizio di tesoreria, per legge a “esternalizzazione necessaria” e destinato a soggetti scelti tra quanti dotati di una particolare qualificazione professionale (art. 208 Tuel), consiste «nel complesso di operazioni legate alla gestione finanziaria dell’ente locale e finalizzate in particolare alla riscossione delle entrate, al pagamento delle spese, alla custodia di titoli e valori ed agli adempimenti connessi previsti dalla legge, dallo statuto, dai regolamenti dell’ente o da norme pattizie».

Al tesoriere spetta di vigilare sul rispetto del sistema dei vincoli di cui all’articolo 195 del Tuel (entrate a specifica destinazione) e sui limiti complessivi alle anticipazioni di cui all’art. 222 Tuel, nonché, tra le altre cose, sulla congruità degli ordinativi rispetto agli stanziamenti e sul rispetto dei vincoli di destinazione (art. 185 Tuel).

Come evidenziato dai magistrati contabili, gli obblighi informativi posti dalla legge in capo al tesoriere costituiscono oggetto naturale e necessario della prestazione complessa in cui consiste il “servizio di tesoreria” e devono ritenersi ricompresi nel compenso offerto e stabilito contrattualmente al momento dell’affidamento del servizio.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Campania del. n. 59-18


Richiedi informazioni