Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Calabria, del. n. 6 – Bando pubblico per conferimento incarico gratuito per redazione P.S.C.


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di costituire uno staff tecnico da destinare alla redazione del Piano strutturale del Comune, ricorrendo ad apporti professionali esterni a titolo gratuito.

In mancanza di risorse finanziarie, l’ente intenderebbe procedere alla formulazione di un bando pubblico per il conferimento di incarichi a titolo gratuito con la sola previsione del rimborso spese per la formazione dello staff di progettisti esterni per la anzidetta redazione del P.S.C.

I magistrati contabili della Calabria, con la deliberazione 6/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 24 febbraio, hanno evidenziato che, in tema di tariffe professionali, il Codice degli appalti (d.lgs. 163/2006) non riporta alcun divieto espresso circa l’inammissibilità di contratti di prestazioni d’opera intellettuale a titolo gratuito, ma prevede solo che le tariffe fisse e minime costituiscano, nell’ambito delle varie tabelle professionali, parametri di riferimento dei compensi professionali, ora non più vincolanti, ma meramente indicativi e derogabili.

Di conseguenza, il compenso del professionista, ancorché elemento naturale del contratto di prestazione d’opera intellettuale, può anche essere oggetto di rinuncia da parte del professionista medesimo, per considerazioni di ordine sociale e di convenienza, anche con riguardo ad un suo personale e indiretto vantaggio, a nulla ostando la natura (pubblica o privata) del soggetto destinatario/beneficiario (Cass. Civ. SS.UU. n. 18450 del 2005).

La decisione di far ricorso a collaborazioni di tipo gratuito deve comunque accompagnarsi all’indizione di una procedura selettiva tra i professionisti interessati ad offrire gratuitamente la propria prestazione d’opera.

Infatti, l’offerta di gratuita prestazione non va ad inficiare l’obbligo comunque della necessaria selezione tecnica, elemento imprescindibile nell’affidamento di opere pubbliche da parte di stazioni appaltanti soggette all’applicazione del Codice dei lavori pubblici.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Calabria del. n. 6-16

 

Inoltre, il bando dovrà specificare puntualmente la prestazione d’opera richiesta, onde consentire la valutazione oggettiva degli elaborati tecnici prodotti, senza pretesa di corrispettivo, dai tecnici interessati a prestare appunto gratuitamente la propria opera professionale.

 

 


Richiedi informazioni