Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Sicilia, del. n. 272 – Compenso dei revisori


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di stabilire discrezionalmente, nel rispetto dei limiti massimi prefissati e dei criteri normativamente posti, l’ammontare del compenso dei revisori.

I magistrati contabili della Sicilia, con la deliberazione 272/2015, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 26 ottobre, hanno evidenziato che l’articolo 241 del Tuel (rubricato “Compenso dei revisori”) non individua puntualmente la misura esatta dei compensi professionali dei componenti dell’organo di revisione dell’ente locale ma si limita a prevedere (recte: demandare a una fonte di rango inferiore, decreto ministeriale, il compito di fissare) i “limiti massimi del compenso base” (comma 1).

Spetta all’ente locale, contestualmente alla deliberazione di nomina dei componenti, individuarne l’ammontare (comma 7) entro i suddetti limiti.

Il legislatore ha inoltre disciplinato talune ipotesi e criteri che possono giustificare un incremento, entro una determinata percentuale, del compenso base disposto sempre dall’ente (commi 2, 3 e 4).

Pertanto, rientra nella discrezionalità dell’ente stabilire in concreto la giusta misura del corrispettivo.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Sicilia del. n. 272-15

 


Richiedi informazioni