Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Sicilia, del. n. 264 – Organo di revisione monocratico: illegittimo


Un sindaco ha chiesto se sia obbligatorio procedere all’integrazione e/o al totale rinnovo dell’attuale Organo di revisione monocratico, attraverso la nomina di due ulteriori componenti, ovvero se sia necessario attendere la naturale scadenza del mandato del Revisore unico.

I magistrati contabili della Sicilia, con la deliberazione 264/2015, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 20 ottobre, hanno ribadito che la normativa vigente nella Regione siciliana non consente la nomina del revisore unico.

Pertanto, trattandosi di regolarizzare una situazione di per sé illegittima, l’ente può procedere all’integrazione o al rinnovo dell’organo di revisione in via immediata, senza attendere la naturale scadenza del mandato.

La scelta tra l’integrazione e il rinnovo totale resta ovviamente rimessa all’ente, sia perché rientra nella sua discrezionalità, sia in quanto appare inevitabilmente condizionata dalle specifiche clausole contrattuali sottoscritte al momento del conferimento dell’incarico professionale in corso.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Sicilia del. n. 264-15

 


Richiedi informazioni