Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Lombardia, del. n. 326 – Enti istituiti a seguito di fusione e ricollocazione provinciali


Un sindaco ha chiesto un parere in merito ai vincoli, alle limitazioni e alle opportunità assunzionali, a tempo indeterminato e determinato, dell’ente di nuova istituzione a seguito di fusione.I magistrati contabili della Lombardia, con la deliberazione 326/2015, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 15 ottobre, hanno ricordato che il comma 450 della legge di stabilità 2015, nell’ottica di incentivare le unioni e le fusioni di comuni, prevede che ai comuni istituiti a seguito di fusioni che abbiano un rapporto della spesa personale sulla spesa corrente inferiore al 30% non si applichino, nei primi 5 anni dalla fusione, i vincoli stabiliti dalla normativa vigente per l’assunzione mediante contratti a tempo determinato, nonché specifici vincoli e limitazioni relativi alle facoltà assunzionali, fermo restando il limite della spesa complessiva per il personale sostenuta dai singoli enti nell’anno precedente la fusione ed i vincoli generali sull’equilibrio dei bilancio.

Il precedente comma 424, dell’articolo 1, della legge 190/2014, finalizzato a garantire il riassorbimento del personale provinciale, nulla dispone in ordine all’applicabilità di tali vincoli ai comuni costituiti a seguito di processi di fusione.

Tuttavia, secondo i magistrati contabili, la necessità del rispetto di tale “prelazione” può essere ricavata dalla circostanza che, per le assunzioni a favore dei dipendenti in mobilità la norma dispone l’esclusione dal tetto di spesa di cui al comma 557 (e, secondo la deliberazione della Sezione delle autonomie, anche 562) dell’articolo 1 della legge 296/2006.

Con la conseguenza che agli enti di nuova costituzione a seguito di processi di fusione si applicano, anche se non espressamente previsto, i vincoli previsti dal precedente comma 424, dell’articolo 1,della legge 190/2014, finalizzati a garantire il riassorbimento del personale provinciale.

Le problematiche inerenti la gestione del personale saranno approfondite nel seminario di studi “Riforma della P.A.: i decreti attuativi” in programma a Firenze l’11 dicembre p.s.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Lombardia del. n. 326-15

 


Richiedi informazioni