Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Appalti: le pubblicazioni da effettuare entro il 31 gennaio 2015


Si ritiene utile ricordare che entro il 31 gennaio 2015 è necessario adempiere agli obblighi di pubblicazione dei dati relativi agli affidamenti previsti dall’articolo 1, comma 32, della legge 190/2012.

Tale norma ha infatti stabilito che le stazioni appaltanti, compreso le società interamente pubbliche, indipendentemente dall’importo dell’affidamento, devono pubblicare sui propri siti web, in formato digitale standard aperto:

  • CIG;
  • Struttura proponente;
  • oggetto del bando;
  • procedura di scelta del contraente;
  • elenco degli operatori invitati/partecipanti;
  • aggiudicatario;
  • importo di aggiudicazione;
  • tempi di completamento dell’appalto;
  • somme liquidate, al netto dell’Iva.

Tale adempimento deve essere effettuato, ogni anno, entro il 31 gennaio per gli appalti affidati nell’anno precedente.

L’Anac, con un comunicato del 12 gennaio 2015, ha evidenziato che rimangono invariate le indicazioni operative date in precedenza nella deliberazione n. 26/2013, nei comunicati del Presidente del 22 maggio 2013 e del 13 giugno 2013 e nella documentazione pubblicata sul sito dell’Autorità.

A riguardo le Stazioni Appaltanti, otre alla pubblicazione sul sito web istituzionale delle informazioni sopra richiamate, devono provvedere a trasmettere all’Autorità, entro il 31 gennaio 2015, solo mediante Posta Elettronica Certificata all’indirizzo comunicazioni@pec.avcp.it, un messaggio di PEC attestante l’avvenuto adempimento.

Tale messaggio PEC deve riportare obbligatoriamente, nell’apposito modulo PDF (si deve utilizzare esclusivamente la versione del modulo aggiornata), il codice fiscale della Stazione Appaltante e l’URL di pubblicazione delle informazioni.

 

 


Richiedi informazioni