Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Toscana, deliberazione n. 185 – Assunzioni stagionali vigili


Un sindaco ha chiesto se la sanzione di cui all’articolo 1 comma 557-ter della legge 296/2006, comminata in caso di mancato rispetto del patto nell’esercizio precedente, consistente nel divieto di procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo, con qualsivoglia tipologia contrattuale, riguardi anche le assunzioni a tempo determinato di vigili stagionali finanziate con i proventi delle violazioni al Codice della strada (articolo 208, comma 5-bis, d.lgs. 285/1992.

L’ente ha chiesto inoltre se la spesa per siffatte assunzioni stagionali, effettuate nel 2013, possano essere escluse dal computo della spesa di personale ex art. 1, comma 557, della legge 296/2006.

I magistrati contabili della Toscana, con la deliberazione 185/2014, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 20 ottobre, hanno chiarito che la finalità del divieto di procedere ad assunzioni è quella di circoscrivere l’autonomia decisionale degli enti inadempienti, a prescindere dagli effetti generati sulla spesa complessiva e, quindi, dalla fonte di finanziamento.

I magistrati contabili, inoltre, hanno ribadito che la spesa relativa alle assunzioni stagionali finanziate con i proventi derivanti dalle sanzioni al codice della strada, di cui all’articolo 208, comma 5 bis, del codice della strada, va esclusa dal computo della spesa di personale, ai fini dell’applicazione dell’articolo 1, commi 557 e 562 della legge 296/2006 (in senso conforme Sez. contr. Toscana, delib. 10/2012, 152/2011 e 412/2011).

Le assunzioni stagionali a t.d. di operatori di polizia locale da parte di comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti a spiccata vocazione turistica, è stata disciplinata dal d.l. 90/2014.

In particolare, all’articolo 16 del d.l. 138/2011, è stato aggiunto il comma 31-bis, con la previsione che restano escluse dal limite di cui al citato comma 557 le assunzioni a tempo determinato effettuate dai comuni con popolazione compresa tra 1.001 e 5.000 abitanti per le sole spese di personale stagionale strettamente necessarie a garantire l’esercizio delle funzioni di polizia locale in ragione di motivate caratteristiche socio-economiche e territoriali connesse a significative presenze di turisti.

Le problematiche connesse alla gestione del personale, anche alla luce dei recenti interventi di riforma della p.a. (d.l. 90/2014, convertito con legge 114/2014, d.l. 16/2014 e d.l. 34/2014), verranno trattate nel seminario “Riforma P.A.: la produttività e i vincoli assunzionali” in programma a Firenze il 30 ottobre 2014.

 


Richiedi informazioni