Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Toscana, deliberazione n. 183 – Spesa personale piccoli comuni


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla spesa di personale e ai limiti assunzionali di un comune con popolazione compresa tra 1001 e 5000 abitanti.

I magistrati contabili della Toscana, con la deliberazione 183/2014, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 20 ottobre, hanno evidenziato che l’articolo 76, comma 7 del d.l. 112/2008 è stato abrogato dall’articolo 3, comma 5 del d.l. 90/2014.

L’ente sottoposto al patto di stabilità, pertanto, è tenuto al rispetto della norma di cui all’articolo 3, comma 5 del d.l. 90/2014, oltre che della disposizione dell’articolo 1, comma 557 della legge 296/2006 in tema di turn over.

Infine, i magistrati contabili hanno chiarito che la possibilità di stabilizzare il personale a tempo determinato, ex articolo 4, comma 6 del d.l. 101/2013, è subordinata al rispetto del limite fissato dall’articolo 35, comma 3-bis, del d.lgs. 165/2001, a garanzia dell’adeguato accesso dall’esterno, nonché “dei vincoli assunzionali previsti dalla legislazione vigente”.

Pertanto, posto che la trasformazione di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato consentita dalla legge costituisce a tutti gli effetti una nuova assunzione, per espressa previsione della medesima norma di cui al d.l. 101/2013, dovrà essere rispettata il vincolo di cui all’articolo 3, comma 5 del d.l. 90/2014.

Le problematiche connesse alla gestione del personale, anche alla luce dei recenti interventi di riforma della p.a. (d.l. 90/2014, convertito con legge 114/2014, d.l. 16/2014 e d.l. 34/2014), verranno trattate nel seminario “Riforma P.A.: la produttività e i vincoli assunzionali” in programma a Firenze il 30 ottobre 2014.

 


Richiedi informazioni