Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Emilia, deliberazione n. 183 – Dirigenti e compenso progettazione: le novità del d.l. 90/2014


Una sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di corrispondere, per attività svolte nel 2013, gli incentivi di progettazione al dirigente del settore urbanistica.

L’ente ha premesso che il Regolamento comunale identifica i progettisti beneficiari “nei dipendenti di ruolo facenti parte dell’ufficio tecnico”, come individuati dal dirigente.

I magistrati contabili dell’Emilia, con la deliberazione 183/2014, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 29 settembre, hanno evidenziato che la disciplina degli incentivi alla progettazione per il personale tecnico interno agli enti locali è stata fortemente modificata dalla legge di conversione del d.l. 90/2014.

Dopo l’abrogazione dei commi 5 e 6 dell’articolo 92 del Codice dei contratti relativi all’incentivo per la progettazione delle opere, la legge 114/2014 ha aggiunto all’articolo 93 del d.lgs. 163/2006 i commi 7-bis, 7-ter, 7-quater e 7-quinquies, dettando una nuova disciplina.

In particolare, in base all’ultimo periodo del comma 7-ter, non spetta al “dirigente” il riparto degli incentivi dal Fondo per la progettazione.

Al contrario, fino all’entrata in vigore della legge 114/2014, di conversione del d.l. 90/2014, anche il dirigente di ruolo di un ufficio tecnico del comune poteva beneficiare degli incentivi, in quanto il contratto collettivo nazionale di lavoro prevede espressamente quale deroga al principio dell’onnicomprensività la spettanza di incentivi per la progettazione.

Attualmente, la disposizione di cui all’articolo 93, comma 7-ter, ultimo periodo del d.lgs. 163/2006, non applicabile retroattivamente (non essendo norma di interpretazione autentica) ha espunto dall’ordinamento il comma 5 (al quale il CCNL faceva richiamo) e il comma 6 dell’articolo 92 del d.lgs. 163/2006: in base a tale nuova disciplina il riparto del fondo per la progettazione non trova più applicazione per il personale con qualifica dirigenziale.

Le problematiche connesse alla gestione del personale, anche alla luce dei recenti interventi di riforma della p.a. (d.l. 90/2014, convertito con legge 114/2014, d.l. 16/2014 e d.l. 34/2014), verranno trattate nel seminario “Riforma P.A.: la produttività e i vincoli assunzionali” in programma a Firenze il 30 ottobre 2014

 


Richiedi informazioni