Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Appalti: deve essere consentita la sostituzione dell’impresa ausiliaria fallita

Nel caso di fallimento dell’impresa ausiliaria, la stazione appaltante non può procedere con la risoluzione del contratto d’appalto, ma è tenuta ad accettare un sostituto, per analogia alle norme sulle associazioni temporanee d’impresa. Questo il principio espresso dal Tar Campania, sez. III, con la sentenza in commento. Nel caso di specie una società, in sede di partecipazione ad una gara d’appalto, si era avvalsa, limitatamente al fatturato richiesto, del requisito di un’altra impresa poi fallita. La stazione appaltante, sul presupposto della sopravvenuta decadenza della società dal requisito di ammissione alla gara, aveva disposto la risoluzione del contratto stipulato ed aveva…

Richiedi informazioni