Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Piemonte, deliberazione n. 391 – Acquisto mobili e arredi


Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di procedere all’acquisto di arredi, quali sedie, scaffali e tavoli, per poter completare il nuovo salone polifunzionale e quindi, renderlo usufruibile da parte della cittadinanza.

I magistrati contabili del Piemonte, con la deliberazione 391/2013 pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 10 dicembre, hanno ricordato che per il 2013, le amministrazioni pubbliche non possono effettuare spese di ammontare superiore al 20% della spesa sostenuta in media negli anni 2010 e 2011 per l’acquisto di mobili e arredi, se non destinati all’uso scolastico e dei servizi all’infanzia, salvo che lo stesso sia funzionale alla riduzione delle spese connesse alla conduzione degli immobili.

L’unica deroga ammessa concerne le operazioni previste in attuazione di programmi e piani concernenti interventi speciali, realizzati al fine di promuovere lo sviluppo economico e la coesione sociale e territoriale, di rimuovere gli squilibri economici, sociali, istituzionali e amministrativi del Paese e che siano finanziati con risorse aggiuntive ai sensi del d.lgs. 88/2011.

Ne consegue che, per la realizzazione di una sala polifunzionale, risulta pienamente operante il limite di cui al comma 141 dell’articolo 1 della legge 228/2012.

 


Richiedi informazioni