Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

E’ illegittimo licenziare il dipendente che non si presenta all’audizione per motivi di salute


Il dipendente che per motivi di salute, attestati da un certificato medico, non si presenta  all’audizione stabilita dal procedimento disciplinare non può essere licenziato.Il datore di lavoro infatti non può omettere la convocazione e concludere l’iter, a meno che non sia provata la falsità della malattia dichiarata.

E’ questo il principio della sentenza n. 16374/2012 della Corte di Cassazione, con la quale è stato giudicato illegittimo il licenziamento di un lavoratore poiché il procedimento disciplinare nel quale quest’ultimo era coinvolto era stato chiuso prima senza che ‘interessato fosse stato sentito a difesa.

La Suprema Corte ha chiarito che il datore di lavoro che intende adottare una sanzione disciplinare nei confronti di un dipendente non può omettere l’audizione del lavoratore, che ha comunicato la sua impossibilità ad essere presente per motivi di salute, comprovati da una dichiarazione dei un medico.

Il Giudice ha stabilito infatti che “ove il dipendente chieda tempestivamente il differimento dell’audizione, attestando un impedimento per motivi di salute, suffragato dalla produzione di idonea certificazione medica, il datore di lavoro non può ritenersi autorizzato a omettere la convocazione dovendo, al contrario, consentirla alla cessazione dello stato di malattia del lavoratore”.

La Cassazione ha, pertanto, ritenuto illegittimo il licenziamento del dipendente che durante il procedimento disciplinare non si è presentato all’audizione per motivi di salute.


Richiedi informazioni