Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Parametri per la misurazione della virtuosità degli Enti Locali


E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 193 del 20 agosto 2012, il Decreto del Ministero dell’ Economia 25 giugno 2012 recanteRiduzione degli obiettivi del patto di stabilità interno degli enti locali effettuata in base alla virtuosità ai sensi dell’articolo 20, comma 2 del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111”.

Tale Decreto contiene l’elenco degli enti locali da considerare virtuosi per il Patto di stabilità, i quali dovranno conseguire nel 2012 l’obiettivo strutturale, realizzando un saldo finanziario espresso in termini di competenza mista pari a zero.

I criteri per la misurazione della virtuosità degli Enti locali, oltre al rispetto del Patto di stabilità per l’anno 2012, sono rappresentati dall’applicazione degli indicatori di autonomia finanziaria, dall’equilibrio di parte corrente e dal grado di riscossione delle entrate correnti (articolo 30, comma 3, della Legge n. 183/2011).

L’indicatore di sintesi è ottenuto dalla ponderazione dei singoli parametri.

Non possono essere considerati enti virtuosi quelli per i quali sia accertata, anche dopo il 2012, una artificiosa alterazione delle informazioni utili al calcolo dei suddetti parametri.

Pubblicato in Senza categoria

Richiedi informazioni