Un sindaco ha posto una serie di quesiti in merito alla disciplina sui compensi professionali da riconoscere agli avvocati dipendenti.

I magistrati contabili dell’Emilia, con la deliberazione 112/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 18 luglio, hanno chiarito che:

  • l’avanzo vincolato per spese legali, derivante dal minore impegno rispetto allo stanziamento, può essere utilizzato per i compensi professionali di avvocati relativi a sentenze depositate a partire dall’anno successivo a quello dello stanziamento confluito nell’avanzo (punto 5.2, allegato 4/2 del d.lgs. 118/2011);
  • nei casi di compensazione delle spese, per i relativi riconoscimenti professionali, è necessario fare riferimento all’anno di deposito della sentenza del giudice.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Emilia Romagna del. n. 112 – 17