self enti locali anticorruzione

L’Anac ha finalmente pubblicato il 27 marzo scorso “Aggiornamento delle Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza” rivolte alle società partecipate, agli enti di diritto privato controllati e agli enti pubblici economici, tra cui l’Anac qualifica anche le ex Ipab, oggi Aziende pubbliche di servizi alla persona (ASP).

Il documento rimarrà in consultazione fino al 26 aprile e fino a tale data potranno essere presentate osservazioni o richieste di chiarimenti all’Autorità.

Le linee guida sono state elaborate dall’Anac in attuazione della determinazione 8/2015 e a seguito delle modifiche apportate dal d.lgs. 97/2016 e dal d.lgs. 175/2016.

Con tali linee guida le società partecipate, le ex Ipab e gli enti di diritto privato in controllo pubblico devono applicare le disposizioni sulla trasparenza relativamente alla propria organizzazione e all’attività svolta.

Inoltre, tali organismi partecipati dovranno predisporre un apposito documento da coordinare, con i modelli di organizzazione e gestione di cui al d.lgs. 231/2001, ove adottati.

Per tutti gli adempimenti previsti, gli organismi avranno 60 giorni di tempo dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale delle Linee guida per attuarli e dalla stessa data l’ANAC eserciterà i propri poteri di vigilanza.

Le novità contenute nelle Linee guida e i chiarimenti sui vincoli posti dalla normativa vigente alle società partecipate, agli enti controllati e vigilati dalla p.a. e agli enti pubblici economici saranno approfonditi nei seminari:

Organismi partecipati e anticorruzione: vincoli e responsabilità in programma a Firenze l’11 aprile 2017

Società: gli adempimenti dopo il decreto correttivo del d.lgs.175/2016 in programma a Firenze il 9 maggio 2017