self enti locali revisione pressi

L’Aran con un recente parere è intervenuta a fornire chiarimenti circa la possibilità di pagamento degli incentivi per le funzioni tecniche previste dall’articolo 113 del Dlgs n. 50/2016 ai dipendenti incaricati di posizione organizzativa

Come noto, il trattamento economico dei lavoratori incaricati di posizione organizzativa è caratterizzato dal cd. principio di onnicomprensività della retribuzione secondo cui, come indicato dall’articolo 10 del CNL 31 marzo 1999, il compenso assorbe tutte le competenze accessorie e le indennità previste dal vigente contratto collettivo nazionale.

Da ciò deriva l’esigenza che lo stesso Ccnl, evidenzi specifiche deroghe a tale principio, eccezioni già presenti, peraltro, con riferimento alla precedente normativa relativa ai cd. incentivi per progettazione interna di cui alla legge n. 109/1994 e successivamente al d.lgs. n.163/2006.

Secondo l’Aran, nonostante l’intervento della nuova disciplina del Codice degli appalti, prevista dal d.lgs 50/2016, è possibile ritenere automaticamente, senza modifica delle disposizioni contrattuali, estesa l’erogazione dei compensi per le funzioni tecniche anche agli incaricati di posizione organizzativa. Ciò, in quanto, anche se diversi nei presupposti e nei soggetti destinatari da quelle delle disposizioni precedenti, si tratta comunque di incentivi per funzioni tecniche, volti a premiare particolari attività tese ad assicurare l’efficacia e la corretta realizzazione della spesa.

L’Agenzia non ha dato indicazioni sulle altre questioni richieste, relative all’eventuale efficacia retroattiva del regolamento e all’inclusione o meno delle somme tra i limiti del trattamento accessorio, disciplinato dall’articolo 1 comma 236 della legge 208/2015, rinviando ad eventuali chiarimenti rientranti nell’ambito di competenza della Funzione Pubblica.

Su quest’ultimo punto, peraltro, dovrebbe esprimersi la sezione Autonomie della Corte dei conti, a seguito della rimessione della questione da parte della Sez. controllo dell’Emilia Romagna con deliberazione n. 118/2016