self enti locali società

Il 10 agosto 2016 è stato approvato, in via definitiva, il decreto di riordino delle società partecipate , attuativo della legge Madia.

Il decreto sulle società partecipate, attuativo dell’art. 18 della legge 124/2015, era stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei ministri il 20 gennaio 2016 e successivamente era passato al vaglio della Ragioneria generale dello Stato, del Consiglio di Stato, dalla Conferenza unificata e dalle commissioni parlamentari. Infine era stato deliberato il 14 luglio nuovamente dal Consiglio dei Ministri e trasmesso alle camere con le osservazioni e le modificazioni apportate al precedente testo, secondo quando previsto espressamente dalla legge Madia e poi successivamente approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri proprio il 10 agosto scorso. Adesso manca solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il nuovo testo ha confermato che non potranno essere mantenute le società prive di dipendenti o quelle che hanno un numero di dipendenti inferiore a quello degli amministratori, quelle che nella media dell’ultimo triennio hanno registrato un fatturato sotto il milione di euro, quelle inattive che non hanno emesso fatture nell’ultimo anno, quelle che svolgono all’interno dello stesso comune o area vasta doppioni di attività, quelle che negli ultimi cinque anni hanno fatto registrare quattro esercizi in perdita e quelle che svolgono attività non strettamente necessarie ai bisogni della collettività.

Sarà possibile mantenere o costituire partecipazioni che svolgono servizi di interesse generale (tra cui servizi pubblici privi di rilevanza economica), opere pubbliche sulla base di un accordo di programma, servizi pubblici o opere pubbliche in partenariato pubblico/privato, servizi strumentali, servizi di committenza, valorizzazione del patrimonio immobiliare dell’amministrazione.

Si ricorda che le novità del Decreto di riforma delle società partecipate saranno approfondite nel seminario di studi Partecipate: cosa cambia con i Decreti di Riforma Madia in programma a Firenze il 16 settembre 1016.