Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di corrispondere il compenso al Revisore dei conti del Comune, eletto Sindaco di un altro Comune.

I magistrati contabili del Veneto, con la deliberazione 333/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 24 agosto, hanno richiamato il principio espresso dalla Sezione Autonomie con la deliberazione n. 11/2016 secondo cui il principio di tendenziale gratuità di tutti gli incarichi conferiti dalle pubbliche amministrazioni ai titolari di cariche elettive deve ritenersi derogabile per le tipologie di incarichi obbligatori ex lege (collegi dei revisori dei conti e sindacali e revisori dei conti).

Leggi la deliberazione

CC Sez. controllo Veneto del. n. 333-16