Un sindaco ha chiesto se l’obbligo di riduzione del canone di locazione passiva di immobili ad uso istituzionale si applichi anche nel caso in cui i contraenti del contratto di locazione siano entrambi parti pubbliche.

L’ente ha premesso di aver ribassato del 15% il canone di locazione dell’immobile comunale adibito a locale caserma dei Carabinieri.

I magistrati contabili del Friuli, con la deliberazione 40/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 28 aprile, hanno chiarito che i contratti di locazione passiva in essere e gravanti su amministrazioni pubbliche devono essere soggetti, ex lege, a riduzione del 15% del canone, senza distinzione tra immobili di proprietà pubblica o privata.

Per i soli immobili di proprietà privata adibiti a caserme è eventualmente consentito ai Comuni di contribuire al pagamento del canone di locazione come determinato dall’Agenzia delle entrate (articolo 1, comma 500, legge 208/2015).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Friuli Venezia Giulia del. n. 40-16