Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
 

Specifiche tecniche e limiti alla concorrenza

E’ legittima la clausola del bando che prevede la restrizione dell’oggetto dell’appalto ai soli prodotti originali, laddove tale disciplina non derivi da una scelta discrezionale dell’amministrazione, ma si profili come meramente consequenziale alla sussistenza di precisi vincoli di natura contrattuale derivanti dalle condizioni applicabili alla fornitura delle macchine (le stampanti) acquistate dalla stazione appaltante tramite […]

Leggi tutto »



Soci paritari e requisiti di ordine morale

In caso di società costituita da due soli soci, ciascuno detentore del 50 per cento del capitale sociale, l’obbligo della dichiarazione di cui all’articolo 38 del Codice dei contratti incombe su entrambi. Questo il principio espresso dal Consiglio di Stato, sez. VI, con la sentenza n. 513 del 28 gennaio 2013, con la quale ha […]

Leggi tutto »


Tares: pubblicata in gazzetta ufficiale la proroga a luglio

E’ stata pubblicata in GU n. 28 del 2 febbraio 2013 la legge 1 febbraio 2013, n. 11 di conversione del d.l. 1/2013 recante “Disposizioni urgenti per il superamento di situazioni di criticità nella gestione dei rifiuti e di taluni fenomeni di inquinamento ambientale”. Tra le modifiche introdotte dalla legge di conversione è stato previsto […]

Leggi tutto »


Modalità di presentazione delle offerte

E’ legittima la clausola del bando di gara che non consente di presentare l’offerta “a mano”, direttamente presso la sede della stazione appaltante, ma impone di presentarla solo tramite servizio postale raccomandato. […]

Leggi tutto »



Illegittima la modificazione della commissione di gara

In seguito alla rinnovazione delle operazioni di gara per intervenuto annullamento giurisdizionale, la compagine della commissione di gara deve rimanere la medesima di cui alla composizione originaria, salvo il caso in cui la commissione sia impossibilitata a funzionare per pregiudizi e/o contrasti dei e tra i singoli componenti che non consentano un serio e sereno […]

Leggi tutto »




Cassazione: reato accedere alla banca dati fuori dalle finalità del servizio

Integra la fattispecie criminosa prevista dall’articolo 615-ter c.p., e dunque risponde di accesso illecito, il dipendente che, autorizzato all’uso del sistema informatico per una determinata finalità, utilizzi il titolo di legittimazione per una finalità diversa e, quindi, non rispetti le condizioni alle quali era subordinato l’accesso. Questo il principio sancito dalla Corte di Cassazione, sez. […]

Leggi tutto »