Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
 

Cerca in Corte dei conti today

  • Corte dei conti today

  • Materia

  • Sezione

  • Invia


Umbria, del. n. 125 – Spese di personale in Enti non sottoposti al Patto di Stabilità

Un comune con popolazione inferiore ai 5000 abitanti ha chiesto sia possibile sostituire una delle due unità di personale cessate nel corso del 2010 con una nuova unità da assumere con procedura concorsuale. L’ente, in particolare, ha richiesto chiarimenti sull’applicabilità o meno della restrizione fissata alle assunzioni di personale nel limite del 40% della spesa […]

Leggi tutto »


Basilicata, del. n. 170 – Nel taglio del 50% la spesa per i td finanziati dalla Regione

Un Sindaco ha chiesto ai magistrati contabili un parere in ordine a se debba essere computata nel taglio del 50% anche la spesa per i contratti a tempo determinato stipulati in base a finanziamenti ad hoc disposti dalla Regione, ai sensi di quanto previsto dall’articolo 9, comma 28, del d.l. 78/10.  La Corte dei Conti […]

Leggi tutto »


Umbria, del. n. 121 – I contributi regionali per assunzioni ex legge 61/1998 (terremoto Umbria) costituiscono spese di personale

Un Comune ha chiesto ai magistrati contabili chiarimenti in merito a se siano da computare tra le spese di personale anche i contributi regionali erogati per il finanziamento delle assunzioni effettuate ai sensi della legge 61/1998 (terremoto Umbria). La Corte dei Conti dell’Umbria, nella deliberazione n. 121/2012 pubblicata il 5 settembre sul sito sul sito […]

Leggi tutto »


Abruzzo, deliberazione n. 20 – Limiti alle spese di missione per gli amministratori

Un Comune ha chiesto ai magistrati contabili un parere in merito al taglio delle spese per missioni effettuate dagli amministratori, disposto dall’articolo 6, comma 12, del d.l. 78/2010, convertito nella legge 122/2010, , considerando che il territorio comunale è stato colpito nel 2009 da un terremoto di notevole magnitudo, per cui la gestione del bilancio […]

Leggi tutto »


Liguria, del. n. 91 – Trasformazione da in house a azienda speciale per gestione mensa scolastica

Il Commissario prefettizio di un comune ha chiesto alla Corte dei conti se è legittima la trasformazione di una società partecipata, interamente dall’ente cui è stato affidato direttamente il servizio di refezione scolastica, in un’azienda speciale, cui affidare lo stesso servizio pubblico. L’ente in particolare ha chiesto ai magistrati contabili se così operando la costituenda […]

Leggi tutto »


Liguria, deliberazione n. 92 – Dismissione di una società mista che gestisce il porto turistico

Un sindaco ha chiesto alla Corte dei Conti se in base all’articolo 3, comma 27, della legge 244/2007 e dall’articolo 14, comma 32, del d.l. 78/2010, sia legittima la detenzione da parte del comune del 51% del capitale di una società mista che gestisce il porto turistico, servizi e attività che lo stesso ente ritiene […]

Leggi tutto »


Veneto, deliberazione n. 512 – Calcolo degli obiettivi e dei saldi finanziari di un comune assoggettato al patto dal 2013

Un sindaco ha chiesto alla Corte dei conti chiarimenti in merito l’individuazione della corretta base di calcolo degli obiettivi e dei saldi finanziari per gli anni 2013 e 2014, considerato che l’ente sarà assoggettato alle regole del patto di stabilità interno dal 2013. L’ente ha chiesto chiarimenti in quanto, dovendo determinare tali obiettivi sulla media […]

Leggi tutto »


Veneto, deliberazione n. 513 – Mancata riduzione della spesa del personale 2011 e applicazione delle relative sanzioni

Un sindaco ha chiesto alcuni chiarimenti in merito alla seguenti problematiche:  se, nel caso di mancato rispetto nell’anno 2011 della riduzione della spesa del personale rispetto a quella dell’anno precedente (2010), la conseguente sanzione relativa al blocco delle assunzioni e delle integrazioni del fondo per le risorse decentrate sia da riferirsi solamente all’anno successivo […]

Leggi tutto »


Veneto, deliberazione n. 515 – Anticipazioni di cassa in favore di una società in house

Un comune, socio insieme ad altri 20 enti di una società per azioni con capitale interamente pubblico affidataria del servizio idrico integrato, ha chiesto se sia legittimo istituire a bilancio un apposito fondo per anticipare somme alla società, attingendo a proprie disponibilità di cassa, a condizione che le stesse siano rimborsate all’ente entro il termine […]

Leggi tutto »