Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA e delle aziende
Entra in area riservata:
Entra in area riservata:
Agenzia Formativa
Qualità al servizio delle PA
e delle aziende

Società a controllo pubblico: comunicazione delle eccedenze entro il 30 marzo 2018


L’ANPAL (Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro) ha pubblicato una nota indirizzata alle società a controllo pubblico in merito agli adempimenti da effettuare e le relative tempistiche per la comunicazione delle eventuali eccedenze di personale.

Come noto il decreto interministeriale del 9 novembre 2017, attuativo dell’articolo 25 del d.lgs. 175/2016, ha definito gli adempimenti e le scadenze che le società stesse, le Regioni e Province autonome e l’ANPAL devono rispettare per gestire eventuali eccedenze di personale e i conseguenti processi di mobilità e ricollocazione di lavoratori e lavoratrici.

Le società partecipate a controllo pubblico, dopo aver effettuato la ricognizione del personale in servizio, per individuare le eventuali eccedenze, e aver formato gli appositi elenchi, devono comunicare tali elenchi alle rappresentanze sindacali e alle associazioni di categoria.

Successivamente, previo consenso dei lavoratori/trici, devono trasmettere tali elenchi, entro il 30 marzo 2018, alle Regioni e Province autonome in cui hanno la sede legale, tramite l’apposito applicativo messo a disposizione dalla Regione Toscana, già disponibile sul portale dell’ANPAL al seguente link: https://partecipate.anpal.gov.it/partecipate/partecipate/inizio.html.

In tale quadro normativo, le Regioni e le P.A. gestiranno gli elenchi delle eccedenze fino al 30 marzo 2018, mentre, a far data dal 31 marzo 2018, tale gestione passerà in capo ad ANPAL.

Fino al 30 giugno 2018 le società a controllo pubblico, se vorranno assumere personale a tempo indeterminato, potranno farlo solo attingendo ai predetti elenchi, ad eccezione dei profili per i quali sono richieste competenze specifiche non presenti negli elenchi.


Richiedi informazioni