Appalto ad alta intensità di manodopera: aggiudicabile solo sulla base del criterio dell’OEPV

self enti locali consorzi Per i servizi ad alta intensità di manodopera, a prescindere dalla “elevata” o meno “ripetitività” delle relative prestazioni, l'aggiudicazione deve avvenire esclusivamente sulla base del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Questo il principio espresso dal Tar Sicilia con la sentenza n. 389 del 19 febbraio 2018.

Procedura ristretta: immodificabilità del RTI dopo la procedura di prequalifica

Nelle procedure ristrette non è possibile ammettere nessuna aggiunta e/o sostituzione di una o più imprese del raggruppamento invitato a partecipare alla gara in esito alla procedura di prequalifica e ciò per il pieno rispetto non solo del principio di unitarietà della procedura ma anche della par condicio e del principio del buon andamento dell’attività amministrativa sotto il profilo dell’economicità.

Appalti: le garanzie fideiussorie per la partecipazione alle procedure di gara

self enti locali consorzi L’Autorità garante della concorrenza e del mercato, con il parere AS1466 del 4 dicembre 2017, ha evidenziato che il bando di gara non può contenere disposizioni che impediscano alle imprese bancarie, assicurative e agli intermediari finanziari che operano in Italia in regime di libera prestazioni di servizi

Contratto misto: qualificazione necessaria per ciascuna delle prestazioni oggetto dell’appalto

self enti locali requisiti L’operatore economico che concorre all’affidamento di un contratto misto deve possedere i requisiti di qualificazione e capacità per ogni singola prestazione di lavori, servizi, forniture prevista dal contratto. La carenza della qualificazione per i lavori non può essere ovviata mediante il subappalto.

Umbria, del. n. 14 – Attività di Stazione unica appaltante (SUA): incentivi per funzioni tecniche

Una Provincia ha chiesto un parere in merito all’attività di Stazione unica appaltante (SUA) prestata in favore degli enti locali che ne fanno richiesta, in particolare chiedendo come tale attività debba essere compensata da parte dell’ente che usufruisce del servizio, anche con riferimento ai cd. incentivi tecnici.

Affidamenti diretti illegittimi: è danno alla concorrenza

self enti locali cassazione L’elusione o violazione delle norme dell’evidenza pubblica determinano una lesione del principio della concorrenza che si traduce in un danno nei confronti della p.a. in veste di contraente. Trattasi di voce autonomamente valutabile e che si determina nella perdita della possibilità per l’amministrazione di conseguire, a seguito di una procedura di gara rivolta ad una adeguata platea di imprese,

Affidamenti senza gara illegittimi: è risarcibile il danno cd. “da perdita di chance”?

self enti locali incarico Il Consiglio di Stato, con l’ordinanza n. 118 dell’11 gennaio 2018, ha rimesso all’Adunanza Plenaria la questione della spettanza, in favore di un’impresa del settore, del risarcimento del danno per perdita di chance, in caso di illegittimo affidamento diretto, senza gara, di un appalto pubblico ad altra impresa concorrente.

Pubblicazione, in forma non anonima, di una richiesta di chiarimento: conseguenze

anac Spetta alla stazione appaltante valutare, nella propria discrezionalità, se la pubblicazione, in forma non anonima, di una richiesta di chiarimento, per le modalità con cui essa è avvenuta e per gli effetti che ne potrebbero derivare, sia in grado di per sé di inficiare l’intera procedura di gara.

Impugnativa dei provvedimenti di esclusione o di ammissione: la questione alla corte di giustizia

Il Tar Piemonte, con l’ordinanza n. 88 del 17 gennaio 2018, ha chiesto l’intervento della Corte di Giustizia dell’Unione Europea affinché sia chiarito se sia conforme ai principi comunitari l’art. 120 comma 2 bis c.p.a. che impone all’operatore che partecipa ad una procedura di gara di impugnare l’ammissione/mancata esclusione

Revoca dell’aggiudicazione provvisoria: niente comunicazione di avvio del procedimento

self enti locali esclusione L’aggiudicazione provvisoria, facendo nascere in capo all’interessato solo una mera aspettativa alla definizione positiva del procedimento stesso, non è individuabile come provvedimento conclusivo della procedura di evidenza pubblica, avendo, per sua natura, un’efficacia destinata ad essere superata.


Agenzia Formativa Accreditata - Codice PI0747
Via IV Novembre 57, 56028 San Miniato (PI)
Tel. 0571 418873, Fax 0571 1826507
info@self-entilocali.it - self@pec.self-entilocali.it

Tutti i diritti relativi ai documenti e alle informazioni pubblicate sul presente sito sono riservati. La copia dei documenti pubblicati o di parti di essi da parte di qualsiasi soggetto non autorizzato è proibita.

C.F. e P.IVA 02215860509

Informativa estesa sui Cookie