Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di rimborsare le spese di viaggio sostenute dagli amministratori che pur avendo la residenza nel comune, hanno anche il domicilio fuori dello stesso comune per ragioni professionali, e da tale domicilio si recano di volta in volta presso l’ente di residenza per esercitare il proprio mandato.

I magistrati contabili della Campania con la deliberazione 4/2018, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 19 gennaio, hanno evidenziato che l’articolo 84, comma 3, del Tuel prevede il rimborso per il soggetto residente “fuori del capoluogo del comune ove ha sede il rispettivo ente”.

Solo la residenza rappresenta il criterio unico e univoco a cui intestare gli obblighi giuridici del soggetto di diritto.

Leggi la deliberazione
CC Sez. Controllo Campania del. n. 4 -17