Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta interpretazione dei vincoli posti dall’art. 6, comma 8, del d.l. 78/2010 alle spese di rappresentanza.

I magistrati contabili della Basilicata, con la deliberazione 72/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 4 dicembre, hanno ribadito che i vincoli posti dal legislatore non possono essere derogati neppure di fronte a servizi ritenuti utili per la collettività e rientranti tra i compiti ineludibili dell’amministrazione comunale.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Basilicata del. n. 72 – 17