Un sindaco ha chiesto se sia necessario porre in essere la procedura di “riconoscimento” del debito fuori bilancio anche in presenza di un accantonamento a Fondo rischi.

I magistrati contabili della Campania, con la deliberazione 249/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 20 novembre, hanno evidenziato che un “accantonamento” non costituisce in sé una copertura di bilancio.

Pertanto, su di esso non è possibile impegnare e pagare spesa, essendo previamente necessario – verificatosi il rischio cui l’accantonamento è funzionale – effettuare una variazione di bilancio per fornire la capienza finanziaria necessaria ai programmi interessati dalla spesa sopravvenuta, previo riconoscimento della stessa (art. 176, 175 e 194 del Tuel).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Campania del. n. 249 – 17