Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta applicazione dell’articolo 6, comma 12, del d.l. 78/2010, in particolare sulla possibilità di corrispondere al dipendente di un’altra amministrazione, utilizzato ai sensi dell’articolo 1, comma 557, della legge n. 311/2004, le spese di viaggio per gli spostamenti dal proprio Comune di provenienza.

I magistrati contabili del Molise, con la deliberazione 183/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 10 novembre, hanno ribadito che fermo restando l’obbligo di rispettare il principio di riduzione complessiva delle voci di spesa di cui all’articolo 6 del d.l. 78/2010, tale norma

non opera per gli enti locali in via diretta, ma solo come disposizione di principio (Corte Costituzionale, sentenza n. 139/2012).

Pertanto, determinato il volume complessivo delle riduzioni da effettuare, ogni ente ha la possibilità di decidere su quali voci effettuarle, senza sottostare a vincoli specifici.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Molise del. n. 183 – 17