Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta interpretazione dell’articolo 3, commi 4 e 7, del d.l. 95/2012, che impone la riduzione dei canoni di locazione passiva stipulati dalle amministrazioni.

I magistrati contabili dell’Emilia, con la deliberazione 155/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 26 ottobre, hanno ribadito che la riduzione dei canoni corrisposti dalle amministrazioni pubbliche per la locazione di immobili a uso istituzionale, imposta dall’art. 3, comma 4, del d.l. 95/2012, trova applicazione, in assenza di una contraria disposizione di legge, anche rispetto a contratti stipulati con enti territoriali proprietari (Corte dei conti, sez. Lombardia, del. n. 285/2014; sez. Emilia, del. n. 45/2016).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Emilia Romagna del. n. 155 – 17