Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di cedere (rectius, conferire) al patrimonio di una Fondazione di partecipazione (che ha quale finalità lo sviluppo della cultura musicale), gli strumenti musicali acquistati con un contributo regionale.

I magistrati contabili della Basilicata, con la deliberazione 52/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 5 ottobre, dopo aver richiamato gli orientamenti assunti dalla magistratura contabile in ordine alla natura stessa della fondazione (di partecipazione) e ai rapporti che essa può avere con il bilancio dell’ente pubblico che ne sia socio, hanno ribadito che l’utilizzo di risorse pubbliche, anche attraverso l’adozione di moduli privatistici, impone particolari cautele e obblighi.

In particolare l’Ente dovrà considerare tutte le implicazioni dell’operazione prospettata sul piano finanziario, anche in prospettiva futura, in ossequio ai principi di sana gestione e delle regole della contabilità pubblica, cui sempre deve conformarsi la concreta attività degli Enti Locali anche laddove si concretizzi nell’esercizio dell’autonomia negoziale.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Basilicata del. n. 52 – 17