Un sindaco ha chiesto se le risorse derivanti da finanziamenti europei o da altri finanziamenti vincolati che, per espresso dettato normativo, non possono essere utilizzate per l’acquisto di beni, strumentazioni e tecnologie funzionali a progetti di innovazione, possano comunque finanziare il fondo per funzioni tecniche svolte dai dipendenti.

I magistrati contabili della Puglia, con la deliberazione 108/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 28 settembre, hanno ricordato che la disciplina dettata dai commi 3 e 4 dell’art. 113 del d.lgs. 50/2016, esclude espressamente le risorse derivanti da finanziamenti europei o da altri finanziamenti a destinazione vincolata dalla quota del 20 per cento utilizzabile per l’acquisto di beni, strumentazioni e tecnologie funzionali a progetti di innovazione.

Ciò in quanto le risorse provenienti da finanziamenti europei possiedono già un’espressa finalizzazione che non può essere modificata dall’ente.

Tali risorse, pertanto, non possano essere destinate al fondo per funzioni tecniche proprio in ragione della finalizzazione che le caratterizza.

Si segnalano i ns. seminari in materia di personale – consulta l’offerta

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Puglia del. n. 108 – 17