Un sindaco ha chiesto un parere in merito all’applicabilità ad un consorzio-azienda esercente attività di rilevanza economica dell’articolo 5, comma 7, del d.l. 78/2010 secondo cui “Agli amministratori di comunità montane e di unioni di comuni e comunque di forme associative di enti locali aventi per oggetto la gestione di servizi e funzioni pubbliche non possono essere attribuite retribuzioni, gettoni, o indennità o emolumenti in qualsiasi forma siano essi percepiti”.

I magistrati contabili del Veneto, con la deliberazione 527/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 25 settembre, hanno ribadito che la gratuità degli incarichi espletati in applicazione dell’articolo 5, comma 7, del d.l. 78/2010, deve essere applicata ove trattasi di consorzio di servizi.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Veneto del. n. 527 – 17