Un sindaco ha chiesto un parere se un’impresa, debitrice nei confronti del comune per mancato pagamento, in anni precedenti, dell’imposta comunale sugli immobili (IMU), possa adempiere all’obbligo tributario effettuando lavori ed opere di pubblica utilità per pari importo, sulla base di progettazione predisposta e certificata dall’Ufficio tecnico comunale.

I magistrati contabili della Liguria, con la deliberazione 78/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 19 settembre, hanno dichiarato inammissibile il quesito posto richiamando, in linea generale, le possibilità offerte dalla normativa vigente (articolo 190 del d.lgs. 50/2016), più volte oggetto di interventi interpretativi da parte di altre Sezioni regionali di controllo (Sez. Lombardia, del. n. 172/2016 e n. 225/2016; Sez. Veneto, del. n. 313/2016).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Liguria del. n. 78 – 17