self enti locali corte dei conti controlli

Il dirigente e i componenti della giunta che ritardano il procedimento amministrativo diretto al rilascio dell’autorizzazione a svolgere manifestazione fieristiche, così determinandone l’annullamento, rispondono delle somme di denaro corrisposte dall’amministrazione in conseguenza della domanda risarcitoria del privato.

Questo quanto ribadito dalla Corte dei Conti, sez. giur. Valle d’Aosta, con la sentenza n. 3 depositata il 24 luglio 2017.

Nel caso di specie una società aveva ottenuto dal tribunale la condanna dell’amministrazione al risarcimento dei danni per i ritardi con i quali erano state rilasciate le autorizzazioni per lo svolgimento di varie attività fieristiche, ritardi dai quali erano derivate notevoli perdite economiche e la messa in liquidazione della società.

Il danno derivato all’amministrazione è stato addebitato al dirigente e ai componenti della giunta, stante la mancata conclusione del procedimento amministrativo autorizzatorio nei tempi previsti dalla legge 241/1990, nonostante i reiterati solleciti presentati dalla società.

Leggi la sentenza
CC Giur. valle d’Aosta sent. n. 3 -17