Un sindaco ha chiesto un parere in merito alle modalità di contabilizzazione dei lavori di ristrutturazione di un immobile di proprietà comunale, da adibire a nuova sede municipale, da realizzare mediante un contratto di leasing in costruendo.

I magistrati contabili della Lombardia, con la deliberazione 227/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 28 agosto, hanno evidenziato che la locazione finanziaria per opere di pubblica utilità (leasing in costruendo) è oggi espressamente prevista dall’art. 187 del d.lgs. 50/2016.

Trattasi di un contratto in forza del quale un soggetto abilitato concede in godimento alla pubblica amministrazione un bene immobile (opera pubblica in costruendo) dietro pagamento, da parte di quest’ultima, di un canone periodico per un determinato numero di anni, al termine dei quali la stessa amministrazione ha il diritto di acquisirne la proprietà, pagando un riscatto di importo predeterminato.

Come chiarito dalla Sezione Autonomie con la deliberazione n. 15/2017, ai fini della registrazione nelle scritture contabili, l’elemento decisivo ai fini dell’esclusione dall’indebitamento del contratto di PPP è la prevalente assunzione dei rischi a carico dell’operatore economico.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Lombardia del. n. 227 – 17