Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta quantificazione del Fondo incentivante, in particolare chiedendo se per il tetto previsto per l’anno 2017 l’ente deve fare riferimento all’importo del fondo 2016 incrementato della spesa per le Indennità di posizione organizzativa e di risultato, oppure, al totale di quanto effettivamente liquidato di competenza dell’anno 2016.

I magistrati contabili del Veneto, con la deliberazione 425/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 1° agosto, hanno ribadito che la volontà del legislatore è quella di “porre un limite alla crescita dei fondi della contrattazione integrativa destinati alla generalità dei dipendenti dell’ente pubblico” e che, pertanto, le sole risorse di alimentazione dei fondi da ritenere non ricomprese nell’ambito applicativo del nuovo art. 23 del d.lgs. 75/2017, sono quelle “destinate a remunerare prestazioni professionali tipiche di soggetti individuati o individuabili” (Sezioni Riunite n. 51/2011; Sez. veneto nn. 280, 325 e 437 del 2012).

Consulta il CICLO DI WORKSHOP in materia di PERSONALE

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Veneto del. n. 425 – 17